• INTRODUZIONE

    cucina tipica

    Benvenuti nella sezione dedicata ai piatti tipici della nostra terra. Vi presentiamo le ricette accuratamente preparate da alcune delle migliori cuoche del nostro paese, che vi guideranno passo passo nella realizzazione di pietanze caratteristiche della Vallata e di Treppo Carnico in particolare. Un ringraziamento speciale va a tutte loro per il tempo dedicato alla stesura di questo ricettario.

    A tavola la Carnia non ha segreti. E’ una cucina tipica semplice, creata da donne che non potevano certo permettersi la spesa al supermercato e dovevano arrangiarsi con quanto offriva loro la natura. Quando si parla della Carnia si parla di un territorio a sé: con le sue peculiarità, i suoi silenzi, i suoi profumi, i suoi sapori, le sue tradizioni. La cucina carnica può essere definita povera e ricca nello stesso tempo. Povera perché utilizza pochi elementi, ricca invece poiché gli ingredienti sono sempre genuini, tipici del territorio, carichi di atmosfera e di tutto l’amore trasmesso da generazione in generazione. Quindi un’arte culinaria semplice, ma arricchita dalla fantasia delle donne che donavano un tocco personale alla preparazione di pietanze che così diventavano piatti unici.

  • I PRIMI


    Gnocchi con le susine

    Gli gnocchi con le susine sono un piatto delizioso che può essere proposto sia come primo che come dessert. Schiacciare le patate ancora calde e impastare velocemente farina, uovo, olio e sale…

    VAI ALLA RICETTA DEGLI GNOCCHI CON LE SUSINE



    I Cjalsòns

    I Cjalsòns sono uno dei piatti tipici della Carnia. Amalgamare la farina con l’acqua calda e predisporre una pasta che va lavorata a sfoglia e stesa con il mattarello. Ricavare poi dalla sfoglia, con uno stampino o un bicchiere, dei “dischetti” di circa sei centimetri…

    VAI ALLA RICETTA DEI CJALSONS



    Gnocchi di patate crude

    I Cjalsòns sono uno dei piatti tipici della Carnia. Amalgamare la farina con l’acqua calda e predisporre una pasta che va lavorata a sfoglia e stesa con il mattarello. Ricavare poi dalla sfoglia, con uno stampino o un bicchiere, dei “dischetti” di circa sei centimetri…

    VAI ALLA RICETTA DEGLI GNOCCHI DI PATATE CRUDE



    Sterz e Caffè

    Un piatto povero del passato, che vi farà sicuramente piacere riscoprire. Soffriggere il burro finché sarà di color nocciola, aggiungere la farina e mescolare lentamente con un cucchiaio di legno, tostandola bene…

    VAI ALLA RICETTA DELLO STERZ E CAFFE’


  • I SECONDI


    Il Frico

    Oggi vi proponiamo la ricetta del famossissimo frico. Soffriggere la cipolla in un po’ di olio. Pelare e tagliare a pezzetti le patate, aggiungerle al soffritto, salarle e farle cuocere a fuoco lento. Mescolare fino a quando le patate saranno diventate tenere. Intanto a parte preparare i vari tipi di formaggi tagliati a cubetti…

    VAI ALLA RICETTA DEL FRICO



    Trippe in umido

    A Treppo Carnico questa pietanza era tipica della notte di Natale. In passato era tradizione che, all’uscita della messa di mezzanotte, le famiglie si ritrovassero attorno a un piatto di trippe per iniziare insieme le festività natalizie.

    VAI ALLA RICETTA DELLE TRIPPE IN UMIDO


  • I DOLCI


    Lo Strudel

    Per lo strudel lavorare gli ingredienti per la preparazione della pasta fino ad ottenere una “palla” liscia e levigata; farla riposare in frigo per circa un’ora. Mentre l’impasto riposa preparare il ripieno: mettere in una terrina le mele tagliate a pezzi sottili, lo zucchero, l’uvetta, i pinoli o le noci, la cannella e mescolare per bene…

    VAI ALLA RICETTA DELLO STRUDEL



    Il Tiramisù

    All’interno di una terrina dividere i tuorli dagli albumi e successivamente montare questi ultimi a neve fermissima. Una volta fatta questa operazione coprire il tutto e metterlo in frigorifero. Volendo maggior sicurezza, è possibile pastorizzare le uova riscaldandole con lo zucchero caldo (fino a 110 °C) per poi separare tuorli e albumi durante la lavorazione….

    VAI ALLA RICETTA DEL TIRAMISU’